In questa sezione sono riportati i temi trattati nel corso delle Conferenze tenute da alcuni nostri soci.

Per proporre un tema da trattare scriveteci a: presidente@ideandoroma.com


CONFERENZA DEL PROF. VITTORFRANCO PISANO 

             "L'evoluzione della minaccia terroristica nel Mediterraneo"

 

Nel corso dell’ultimo ventennio, il radicalismo religioso ha pesantemente aggravato la minaccia terroristica nella regione del Mediterraneo. Esso persegue la religione non come fede, ossia il rapporto tra credente e Creatore, ma come ideologia che irrompe nella sfera politica. Mentre nessuna religione nel corso dei secoli è stata immune da degenerazioni minoritarie fanatiche e violente, nell’attuale contesto storico prevale il radicalismo islamico, che va però distinto dalla normale e pacifica pratica dell’Islam.

 


CONFERENZA DEL GENERALE PAOLO AIELLI

IL TRAFFICO INTERNAZIONALE DI DROGA

 


CONFERENZA CONCERTO DEL PROF. CLAUDIO D'ANTONI

"Grammatica musicale"

 


Attraverso le spiegazioni dei simboli e dei principi teorici, agevolmente comprensibili, vengono illustrate le funzioni grammaticali e sintattiche da cui si conforma l’espressione sonora, tutte competenze alla base dell’apprendimento musicale correlato allo studio di qualsiasi strumento o voce o finalizzato a un ascolto consapevole. I contenuti relativi alla natura del suono e alle modalità di organizzarne le diverse caratteristiche in linguaggio sono proposti in modo da risultare l’uno complementare all’altro. - 


 


CONFERENZA DEL PROF. MARCELLO MESSORI

"L'euro tra disoccupazione e crescita"


"Dire che basterebbe uscire dall'Euro per risolvere i guai dell'economia italiana è profondamente sbagliato, e nel caso si realizzasse sarebbe l'avvio di una crisi catastrofica non solo dell'economia, ma probabilmente della società e delle istituzioni".Marcello Messori, professore di economia politica della Luiss, è uno degli animatori del SEP (Luiss School of European Political Economy). Recentemente proprio il SEP ha proposto un manifesto - Le Ragioni dell'Euro - che è stato firmato da più di 300 economisti ed esperti di politica, in cui si contrastano con forza le demagogiche affermazioni di quanti in campagna elettorale hanno trovato nell'Europa e nell'Euro un "nemico esterno", un "capro espiatorio" per distogliere l'attenzione degli elettori dai veri mali del paese e dalle responsabilità di una classe politica che non è stata in grado di gestire le sfide poste dalla rivoluzione tecnologica e dalla rapida apertura dei mercati internazionali.

"Queste accuse all'Europa - dice Messori - nascono da una visione distorta della realtà italiana secondo la quale prima dell'Euro tutto andava bene e poi con la moneta unica abbiamo perso progressivamente terreno fino a precipitare nella drammatica crisi degli ultimi tre anni. Ma per capire bene cosa succederebbe con un ritorno alla lira bisogna tener presente che dall'inizio degli anni '90 il mondo è profondamente cambiato: c'è stata la globalizzazione ed è partita la grande rivoluzione tecnologica dell'ICT. Il combinato disposto delle due rivoluzioni ha cambiato il modo di produrre, i mercati e il posizionamento delle nostre produzioni. Negli anni '70 ed '80 le nostre aziende sono state brave ad imitare le innovazioni prodotte dai paesi più avanzati e migliorarle attraverso processi più efficienti, o sistemi come quello dei distretti, che riuscivano ad assicurare un vantaggio competitivo per le nostre merci."


CONFERENZA DEL COMM. LEANDRO BRAGALONE

"Al servizio di quattro papi"

Aneddoti e fotografie di Leandro Bragalone gendarme della Guardia Pontificia "al servizio di quattro Papi"


CONFERENZA DEL PROF. GENNARO COLANGELO

San Leucio come esempio di CSR e i Borboni

San Leucio è qualcosa di più che uno dei vari “siti borbonici”: esso ha rappresentato una rivoluzionaria istituzione socio-economica.

S. Leucio: abitazioni

Il Real Sito di San Leucio

La zona fu individuata da Ferdinando IV negli anni Sessanta, a seguito dell’ultimazione dei lavori per la Reggia di Caserta. In questi anni, il giovane sovrano prese l’abitudine di soggiornare sempre più spesso a Caserta, i cui dintorni erano ideali per la pratica da lui preferita, la caccia.

Scrisse lo stesso Sovrano un volume a riguardo, intitolato Origine della popolazione di San Leucio, stampato nel 1789, ove troviamo scritto: «Nella magnifica abitazione di Caserta, cominciata dal mio augusto padre, proseguita da me, io non trovava il silenzio e la solitudine atta alla meditazione ed al riposo dello spirito; ma un’altra città in mezzo alle campagne, con le stesse idee di lusso e di magnificenza della capitale; così che, cercando luogo più appartato che fosse quasi romitorio, trovai adatto il colle di San Leucio. 


CONFERENZA DEL PROF. PALMERIO

"Lo stato dell'economia italiana e europea"

 

La politica economica nel pensiero dei classici: dai mercantilisti a J. Stuart Mill. L'economia del benessere. I fallimenti del mercato e il dibattito sull'efficacia dell'intervento pubblico. Il dibattito sui costi e i benefici sociali della grande impresa e legislazioni antimonopolistiche. La disoccupazione come fallimento del mercato e le politiche keynesiane. Il dibattito sul pensiero keynesiano e sull'efficacia e sul ruolo dell'intervento pubblico nell'economia. Le scelte sociali e la teoria della politica economica. Sviluppo economico, benessere sociale e l'intervento pubblico. I rapporti economici internazionali e le politiche commerciali. Le relazioni monetarie internazionali. I problemi di sottosviluppo. Alcuni problemi specifici dell'economia italiana. 

CONFERENZA DEL GENERALE GIANFRANCO MARINELLI

LA SITUAZIONE DELL'ESERCITO ITALIANO E LE MISSIONI UMANITARIE

La struttura della difesa e delle forze armate






CONFERENZA DEL PROF. GENNARO COLANGELO

PRESENTAZIONE DEL LIBRO"CONSEGNATE LE ARMI"

DI DUILIO DEL VESCOVO

         Diario di un prigioniero italiano tra l'8 settembre e la Repubblica di Salò.

 


CONFERENZA DEL PROF. GIULIO AIELLI

"Il bosone di Higgs"

 

La scoperta del bosone di Higgs rappresenta un passo avanti gigantesco nella conoscenza della fisica fondamentale perché  ci permette di spiegare l’origine delle masse delle particelle elementari, fra cui gli elettroni e i quark, i componenti fondamentali dell’atomo. Se gli elettroni e i quark non avessero massa, l’atomo non potrebbe esistere come sistema legato e stabile, e senza atomi non ci sarebbero gli elementi chimici e quindi la materia come la conosciamo. Noi stessi e l’universo non esisteremmo o avremmo forme completamente differenti. Il bosone di Higgs è quindi una particella chiave per spiegare la struttura dell’universo e la nostra stessa esistenza”.

Fabiola Gianotti, scienziata italiana, è stata nominata di recente direttore generale del Cern di Ginevra. E' la prima donna a guidare il Cern nei 60 anni di storia del laboratorio europeo

 


                                    CONFERENZA DI SILVIA PEPITONI

                                                “LAVORARE CON LA VOCE”

 

 

Dotata di una voce suadente e brillante, viene ricordata soprattutto per il doppiaggio di Meg Ryan in Harry ti presento Sally, ma ha doppiato importanti attrici come Mary Elisabeth Mastrantonio, Elisabeth Perkins, Greta Scacchi, Daryl Hannah, Sally Field e recentemente anche Jennifer Coolidge.

Attiva spesso anche in televisione, nel 2000 il suo doppiaggio di Helen Hunt nella serie televisiva “Innamorati pazzi” le è valso il “Premio Voci nell’ombra per la Miglior Voce Femminile- Sezione TV”


 

 

CONFERENZA DEL PROF. ENRICO PUGLIESE

"L'Italia tra migrazioni internazionali e migrazioni interne"


Divenuta ormai da oltre un trentennio paese di immigrazione, l'Italia continua a essere paese di emigrazione non solo per la significativa presenza di cittadini italiani residenti all'estero ma anche per l'esistenza di flussi in uscita (e in ingresso). Inoltre l'Italia è sempre stata interessata da un vasto movimento interno orientato prevalentemente da Sud a Nord, dalle zone povere a quelle ricche e, in passato, dall'agricoltura all'industria. Le migrazioni interne e l'emigrazione all'estero, che raggiunsero il loro culmine tra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta, esprimono un  dualismo territoriale mai superato, che ora si ripropone con l'immigrazione di lavoratori provenienti dai paesi poveri, concentrati nel Centro-Nord. Il discorso è sull'immigrazione (con riferimento ai processi di stabilizzazione, al contributo degli immigrati alla crescita della popolazione del paese e all'avvicinarsi del "sorpasso": più cittadini stranieri in Italia che cittadini  italiani all'estero), sull'emigrazione (con nuovi dati sulla situazione degli italiani nel mondo e sul voto all'estero) e sulle migrazioni interne, registrando la ripresa dell'emigrazione giovanile e meridionale scolarizzata.



CONFERENZA DEL DOTT. NICOLO' MAZZACCARA

                  "Il traffico internazionale di organi"



Indubbiamente i paesi più civilizzati ed economicamente sviluppati soffrono in maniera minore di tale piaga che affligge maggiormente le popolazioni del terzo mondo, dove la diffusa povertà, un minor bagaglio di civiltà e la scarsezza di cultura sono le componenti principali della diffusione e della radicalizzazione del fenomeno.

Le violazioni dei Diritti Umani del fanciullo trova, pertanto, un ottimo terreno di coltura nei paesi con minor sviluppo politico, socio­economico e culturale dell' Africa, dell' Asia e dell' America Latina, pur se non è del tutto assente nelle società civili dei paesi più sviluppati.

Andiamo quindi ad analizzare come attualmente questo fenomeno si presenta nei paesi latino-americani, esaminandone le possibili cause, dovute principalmente ad un retaggio storico che ne fece per secoli terra di conquista da parte delle potenze europee, che ne sfruttarono indiscriminatamente le risorse naturali ed umane.

Il sistema economico dell' America Latina è tuttora basato essenzialmente sull’agricoltura, principale fonte di reddito della componente indigena di quei paesi, pur con l'eccezione dello sfruttamento minerario e petrolifero che si riscontra in alcune sue aree.

Per tale ragione il sistema sociale poggia sostanzialmente sulla forza-lavoro umana e, pertanto, ancora oggi, il numero dei figli (ossia di braccia) è la prima fonte di sopravvivenza della famiglia.

Da ciò ne deriva che in tutto il mondo latino-americano la media del numero dei figli si aggira intorno agli 8/10 nati per famiglia che successivamente, considerando l'alto tasso di mortalità infantile, si riduce a 5/6 sopravvissuti per nucleo familiare. L'interesse economico, dei paesi europei prima, e di tutti gli altri più industrializzati dopo, ha provocato fatalmente un accentramento della ricchezza nelle mani di piccole oligarchie (generalmente a carattere familiare, eredi degli antichi "Conquistadores") economicamente e politicamente potenti, strettamente legate ai succitati interessi; questa situazione non ha subito significativi cambiamenti neanche dopo la stagione delle indipendenze nazionali, raggiunte quasi tutte nel corso del 19mo secolo, in quanto i paesi storicamente colonizzatori sostituirono l'antico colonialismo dominatore con una forma più subdola, ma non meno efficace, di colonialismo economico, rimanendo pertanto le economie locali strettamente dipendenti dagli antichi padroni.


CONFERENZA DELL'ING. BRUNO FRANCESCONI

"Turismo e territori - il Kit del turista"

 

 

La ricerca di Bruno Francesconi è estremamente realistica e favorisce il sorgere di uno sguardo nuovo sulle tendenze turistiche, nel solco di un mood legato alla nuova attenzione per il paesaggio e alla riscoperta di una slow life come cura di sé, prima ancora che come marchio di successo.

Analizzando le condizioni per trasformare il Turismo nazionale in un sistema integrato, l’autore mette a frutto anni di ricerca all’interno di un osservatorio privilegiato come Poste Italiane, la più grande azienda del Paese, che ha dimostrato una capacità di innovazione e un dinamismo imprenditoriale che ne rafforza il prestigio: per questo l’azienda si trova oggi a essere uno degli attori più credibili per implementare, anche grazie allo sviluppo del digitale, quei servizi di accoglienza che i fruitori dell’esperienza di viaggio si attendono, nel momento in cui il vantaggio competitivo della mera bellezza non basta più a intercettare i nuovi flussi turistici internazionali. 


CONFERENZA DEL DOTT. MICHELE UVA

Direttore Generale della Federazione Italiana Gioco Calcio


               "Il valore dello sport nella società attuale Il CONI - praticanti e tifosi

 


 

               CONFERENZA DEL PROF. BENIAMINO QUINTIERI

          "Globalizzazione, internazionalizzazione e mercato del lavoro"

 

“Globalizzazione, internazionalizzazione, specializzazione produttiva e mercato del lavoro”: è questo il tema della conferenza del Prof. Beniamino Quintieri tenuta per la consueta riunione conviviale tenutasi il 15 marzo presso il Circolo Ufficiali di Roma.

Il Prof Quintieri è Docente di Economia Internazionale presso l’Università di Roma “Tor Vergata”, oltre a ricoprire l’incarico di Presidente dell’Osservatorio Nazionale per l’Internazionalizzazione degli Scambi. Tra i prestigiosi incarichi del Prof Quintieri ricordiamo – fra i molti – Reggente della Banca d’Italia presso la sede di Roma, Commissario Generale del Governo per l’Expo Shanghai 2010, Esperto del CNEL, Presidente ICE.

Alla presenza di un folto numero di soci di Ideando, il Prof. Quintieri ha parlato della globalizzazione e del welfare, con le ricadute sul mercato del lavoro.

“L’Italia è stata nel dopoguerra – ha ricordato Quintieri – una <<Piccola Cina>>, ma negli ultimi dieci anni ha avuto una crescita economica tra le più basse al mondo fra i paesi industrializzati”.

La conferenza ha affrontato i temi delle cause della globalizzazione, i suoi effetti generali, sul mercato del lavoro e sui servizi, sulla percezione che ne ha il grande pubblico, sino ad arrivare al nuovo ruolo del Sindacato.

“Manca – ha concluso il Prof. Quintieri – un sostegno ai disoccupati ed ai giovani, a meno che non siano già nel sistema lavorativo, con una difesa distorta del posto di lavoro anziché del lavoratore”.

Al termine della conferenza il dibattito è proseguito con le molte domande poste al relatore dal pubblico dei soci di Ideando.


                            CONFERENZA DEL DOTT. OTELLO ROSCIONI

                                                "Chimica da guardare"

La conferenza ha riguardato alcuni esperimenti dimostrativi riguardanti la luce

quale componente elettromagnetica che dallo spettro visivo si estende allinfrarosso, alle microonde e alle onde radio.

E stata ricordata la storia della luce utilizzata dall'uomo, dal fuoco, alle lampade a petrolio, alle candele e finalmente al filamento fluorescente. E stato dimostrata attraverso un prisma la composizione colorata della luce bianca.

In particolare, per quanto riguarda lo spettro visivo, èstato introdotto il concetto di energia fornita dalle particelle fotoniche,  il cui livello  di assorbimento da parte della materia considerata influisce differentemente  sulla possibilità di emanare uno spettro  colorato. Lacqua, come esempio, che rimane trasparente poiché il gradino di energia fotonica assorbita non è sufficiente ad emanare luce colorata.

E stata eseguita una dimostrazione con lacqua che con laggiunta di diversi componenti basici si ècolorata in modo diverso in funzione dei componenti aggiunti che hanno permesso di superare il gradino fotonico.

Inoltre, sono state soddisfatte alcune curiositàriguardanti le lampade fluorescenti, i LED, gli OLED, i forni a microonde, i cavi ottici e tutti i moderni materiali che irradiano luce fornendo energia.


             CONFERENZA DEL GENERALE GIANFRANCO MARINELLI

                  1915 - 2015 "Cento anni dall'avvento della prima guerra mondiale"



In occasione del centenario della prima guerra mondiale sono stati ripercorsi i fatti politici e militari che l'hanno caratterizzata.
La "grande Guerra", dalle dimensioni straordinarie, come è dimostrato dal  coinvolgimento di tutti gli Stati più avanzati e potenti.che ha richiamato alle armi 70 milioni di combattenti, che ha provocato la morte di almeno 10 milioni di militari e 7 milioni di civili,che ha impedito la nascita di almeno 60 milioni di bambini e che oltre ai traumi morali e  sociali ha dissolto tre imperi:quello Russo,quello Austro-ungarico e quello Ottomano.
Inoltre, ha sovvertito l'egemonia che fino a quel momento era dell'Inghilterra portando alla ribalta gli Stati Uniti.
E' stata esaminata la situazione italiana con le sue contraddizioni politiche e con l'entrata in guerra contrariamente alla volontà del paese. Oltre a menzionare le 11 battaglie dell'Isonzo condotte da Cadorna sono state illustrate la sconfitta di Caporetto,le vittorie del Piave e di Vittorio veneto fino all'armistizio di Ville Giusti.
Inoltre,sono state descritte la battaglia della Somme che ha fermato i tedeschi davanti a Parigi,la battaglia di Tennenberg con i Tedeschi che hanno fermato i Russi che stavano invadendo la Polonia,la battaglia dei Dardanelli vinta dai Turchi a danno degli Inglesi che ha provocato l'inizio della rivoluzione bolscevica,la battaglia di Amiens vinta dagli inglesi e francesi a danno dei Tedeschi ormai esausti,che ha portato al trattato di Versailles.
Versailles insoddisfacente sia per i tedeschi che per gli Italiani contribuendo a porre le basi del fascismo e del nazismo e sopratutto della seconda guerra mondiale.
La Grande Guerra ha così iniziato un'epoca che si è chiusa con la caduta dell'Unione Sovietica e così dell'idea del boscevismo propugnato da Lenin ed imposto da Stalin.



    CONFERENZA DELLA PROFESSORESSA MARIA ANTONIETTA BIANCIFIORI

"Oman - I suoi forti e le sue moschee - Restauri a cura dell'arch. Giuseppe Biancifiori"

 

L’architetto Giuseppe Biancifiori ha prestato la sua opera di restauratore presso il Dipartimento Forti e Castelli del Ministero del Patrimonio e della Cultura del Sultanato dell’Oman dalla fine del 1985 alla metà del 1991, quando una inesorabile malattia ha interrotto questa proficua collaborazione.

La conferenza in oggetto ha preso lo spunto dai restauri effettuati dall’Architetto per osservare più da vicino e far conoscere alcune caratteristiche di questa regione:

-       I Forti – L’Oman viene chiamato il “Paese dei Forti” grazie alla presenza numerosa di forti, castelli, case fortificate, torri di avvistamento e sistemi difensivi di varia natura. La sua posizione prominente nel mare arabico, strategica nelle rotte commerciali che dal sud dell’Africa risalivano verso l’Asia e l’Europa stessa, sollecitava desideri di conquista. L’Oman ha dovuto difendersi dai persiani, come dai portoghesi. Gli stessi portoghesi hanno costruito o contribuito a costruire vari forti tra i quali vale la pena ricordare i Forti di Jalali e Mirani che fanno bella mostra di sé nel porto di Muscat.

-       Le Moschee – E’ stato considerato un grande segno di fiducia e di stima nei confronti dell’Architetto il fatto che venisse affidato a lui, non musulmano, il restauro di tre moschee molto importanti, di epoca diversa e molto significative nella storia dell’Islam in Oman.

-       I paesaggi – Le coste frastagliate, il mare splendido, pescosissimo paradiso dei sub, le montagne che sembrano incise da mani esperte, la flora e la fauna caratteristiche dei paesi tropicali, il deserto immenso e affascinante.

-       Le soluzioni ingegnose trovate per far fronte a carenze o disagi dovuti al clima torrido – Le torri del vento o di areazione realizzate per affrontare le elevate temperature esterne, che si comportano come condizionatori di ambienti. I falaj creati per portare l’acqua dalle falde delle montagne fino a luoghi di utilizzo come villaggi o piantagioni distanti anche decine di chilometri.

La conferenza in effetti è stata un mezzo per far conoscere un po’ meglio questo paese affascinante che resta nel cuore di chi ha modo di visitarlo.



CONFERENZA DEI PROFESSORI AGOSTINO TAFURI - GABRIELLA GIRELLI - SIMONETTA PUPELLA

                   "Il cordone ombelicale per nascere e far rinascere"

 

Un ulteriore campo di recente applicazione dei GF nell’area del trapianto allogenico è rappresentato dall’uso in vivo successivo all'infusione di cellule staminali allogeniche ottenute da cordone ombelicale (UCB), con lo scopo di accelerarne l’attecchimento e ridurre la fase di pancitopenia post-condizionamento. Inoltre, nell’ambito della stessa procedura trapiantologica, l'esposizione ex vivo ai GF delle UCB, eseguito in questo caso con lo scopo di stimolarne la proliferazione e quindi incrementarne il numero, rappresenta un approccio potenzialmente utile per l'estensione nell'adulto di questa procedura trapianto- logica.  

 


          PRESENTAZIONE DEL LIBRO DELL'AVV. ALBERTO IMPRODA

                                                     "ITALIAN SOUL"

          COORDINAMENTO DEL PROFESSOR GENNARO COLANGELO

I concetti fondamentali sostenuti dall'avv. IMPRODA nella presentazione del proprio saggio "Italian Soul" si sono incentrati nella considerazione che l'Italia e' un paese unico al mondo in forza della propria cultura.

 L'immaginario del mondo, a sua volta,  riconosce tale supremazia identificandola parimenti nella qualità, irrepetibilità e originalità dei prodotti delle sue imprese.
Italian soul, l'essenza culturale e imprenditoriale italiana, che discende dalla sua storia,dalla sua arte,dai suoi paesaggi, dai  suoi monumenti, dalle sue tradizioni, si traduce ordunque in un vantaggio competitivo per i prodotti provenienti dai mercati italiani.Tutto ciò è vero oltretutto per quelli percepiti come tali (contraffazione e italian sounding ) .
L'economia, percio', deve essere intesa sempre di più  in un rapporto diretto con la cultura come ci aveva insegnato, a suo tempo, l'industriale Olivetti. Dalla fucina della  miglior cultura discendono migliori influenze, creatività, innovazioni e ricerche e dunque una competitività vincente.
E dopo la nefasta crisi di questo inizio secolo che ha lasciato in vita solo le imprese più forti, queste ultime, consapevoli di essere arrivate sul ciglio del disastro, devono approfittare di questo immaginario favorevole, dando una volta di più prova delle nostre capacità  reattive nelle situazioni di emergenza.
Dal contradditorio nato dopo la presentazione, è stata considerata qualche perplessità nel segno del noto tasso di burocratizzazione che soffoca le imprese, delle dolenti note riguardanti l'indole truffaldina di qualche imprenditore nonchè del negativo spirito ipercritico dell'italiano esterofilo.
Ma si è riconosciuto che il tasso di fiducia che vuole diffondere il saggio deve essere considerato l'elemento più importante da contrapporre ai suddetti e gravi difetti nazionali.

        CONFERENZA DEL MARESCIALLO ANIELLO SCHETTINO SUL PROGETTO                        

                                      "CITTADINO SICURO E INFORMATO"


                      Associazione Culturale IDEANDO  Onlus

 

PER  LA  SOCIETA INCLUSIVA

 

 

 

L'educazione alla convivenza fra individui e gruppi diversi per origine e provenienza diviene il primo atto per edificare un mondo globale, inevitabilmente complesso e ricco di differenze, ma capace di condividere regole di rispetto comuni per tutti.

 

L’Associazione Culturale IDEANDO Onlus ha investito le proprie energie e quelle delle Associazioni con cui opera in partnership, per realizzare un progetto formativo che si avvale del prestigioso patrocinio del Centro per i Servizi Educativi del Consorzio Universitario Humanitas, in cui convergono vari enti di ricerca e formazione fra cui l’Università LUMSA, l’Università CATTOLICA DEL SACRO CUORE, l’Ospedale Pediatrico BAMBINO GESU’ e il Policlinico GEMELLI.

 

Il progetto per la società inclusiva di IDEANDO Onlus realizza la sua prima produzione culturale pubblicando il libro UN FIORE TRA NOI, scritto da  Ettore Franzini e illustrato da Maria Luigia Villani, una favola morale diretta a bambini e adulti.

 

Il volume racconta in chiave metaforica una storia di intolleranza che si trasforma in un dialogo sul confronto di opinioni verso le culture della differenza.

 

La presentazione del libro è avvenuta mercoledì 9 dicembre 2015  presso il Circolo Ufficiali di Via di Castro Pretorio, 95/97, relatore ufficiale della serata il Prof. Antonio Augenti, una della massime autorità italiane in materia di Formazione, già Direttore Generale del Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca Scientifica e attualmente Direttore del Centro per i Servizi Educativi.

 

 

 

 


           CONFERENZA DELLA DOTTORESSA PATRIZIA COMBATTELLI

                                          "Valentino bottega di couture"

 

 

La dottoressa Patrizia Combattelli è la responsabile dell'Alta Moda di Valentino per tutto il mondo. Ci ha raccontato la sua esperienza di circa 40 anni di vita nell'azienda. Ha saputo porre in risalto la grande professionalità di tutte le persone che lavorano nella "bottega" che, con i valori trasmessi attraverso generazioni, portano avanti una delle più grandi e affermate imprese italiane.

 

 

 


                      CONFERENZA DEL DOTTOR CARLO BORGOMEO

                    "Il Sud questione irrisolta.....questione irrisolvibile..?

 

Il dottor Carlo Borgomeo è Presidente della Fondazione "Con il Sud", protagonista di lungo corso delle politiche di (tentato) sviluppo del Mezzogiorno. Durante la conferenza ha riepilogato circa sessant'anni di interventi, progetti, iniziative percorsi con lucidità e disincanto, alla ricerca di una risposta a una domanda che costantemente ritorna:perché non ce l'abbiamo fatta? Perchè il nostro Paese continua a segnare un divario netto tra la propria parte meridionale e quella settentrionale malgrado gli sforzi, le buone intenzioni, le analisi che, decennio dopo decennio, hanno cercato di orientare le azioni del governo  sia centrale che locale? Perché le risorse che sono state destinate l’azione del governo sia centrale che locale? Perché le risorse che sono state destinate a questo obiettivo non hanno inciso, spesso rivelandosi addirittura controproducenti?

La risposta  è lunga e articolata, costruita attraverso l’analisi, passo dopo passo, delle diverse fasi dell’azione governativa, a partire dal 1950, quando il governo De Gasperi varò la legge istitutiva della “Cassa per le opere straordinarie di pubblico interesse del Mezzogiorno d’Italia”.  le figure chiave, anche contemporanee, dell’azione e della riflessione meridionalista: Saraceno, Andreatta, Barca , De Rita, Viesti, Trigilia  


                      CONFERENZA DEL DOTTOR ROBERTO SPINGARDI 

                             "Parliamo di Roma con Roberto Spingardi"

 

Una piacevolissima serata, quella trascorsa con il dottor Spingardi, all'insegna degli aneddoti sulla Roma Sparita, sugli stornelli e sulle poesie in romanesco recitate da lui con molta spigliatezza e allegria! 
Il dottor Spingardi è autore di molti libri di vari argomenti, ma ne ha scritti alcuni dedicati a Roma ed è autore anche di moltissime poesie in romanesco.
                   

                       CONFERENZA DEL GENERALE PAOLO AIELLI
                                                     "ROMA"

 

La storia del dialetto romano attraverso i secoli e le bellissime poesie di cinque autori romani recitate e lette da un "romano doc".

CONFERENZA DELLA PROFESSORESSA ANNA PIA ARCOLEO E DEL      GENERALE GIANFRANCO MARINELLI SU

                                            "IL VENTENNIO"

 

Mussolini nasce vicino a Predappio (FO) nella miseria e nel clima rivoluzionario di suo padre.  A scuola viene subito espulso fino a che sotto la protezione del fratello di Giosue’ Carducci riesce a diplomarsi maestro pur tra violenze e pestaggi. Inadatto all’insegnamento emigra in Svizzera e poi in Trentino dove prima di venire arrestato e ripetutamente espulso  scopre la propria vena giornalistica caratterizzata da buona sintesi e concretezza..Si impegnò come socialista, ricco di una prosa incendiaria, prima  nell’”Avvenire dei lavoratori”, poi nella “Lotta di classe” ed infine nell’”Avanti” come Segretario della federazione socialista di Forlì. Diventando “Interventista”  prima della guerra mondiale (contrariamente a come la pensava il suo partito) dette le dimissioni dall’Avanti” e fondò “Il popolo d’Italia”. Ferito in guerra, tornò al suo giornale raccogliendo il consenso degli Ex-combattenti prima, dei nazionalisti e degli agrari poi.. Fu lui a fondare i fasci in una piazza di Milano, fu sempre Lui ad incitare gli squadristi alla marcia su Roma in un clima di agonia del regime dei vari Giolitti, Nitti, Don Sturzo, Turati .ecc., Invece di mandare l’Esercito il re  gli dette l’incarico di governo. Egli si impose agli Italiani come l’unico che poteva controllare la violenza dei vari RAS incontrollabili.. Infatti, egli ha usato il fascismo per andare al potere e  lo ha progressivamente  controllato e poi neutralizzato interpretandolo a suo modo. Sta di fatto che sotto la pressione del delitto Matteotti dopo il discorso del 3 gennaio ’25, egli riusci’ a domare tutte le istituzioni e la stampa finendo per avere un esercito personale (La Milizia),una giustizia speciale, una polizia speciale, un partito unico, una opposizione prima  sull’”Aventino” e poi cancellata con un decreto. Naturalmente tutto dipendeva da Lui compreso il Re. Ma il vantaggio fu nelle grandi velocità decisionali che tendevano al sogno della grandezza dell’Italia e al  pieno prestigio internazionale. Quota 90, la battaglia del grano, la battaglia demografica,, la modernizzazione della rete ferroviaria ,telefonica  e stradale, la legge per la bonifica integrale delle paludi pontine e romane, l’incarico al prefetto Mori che costrinse la Mafia ad emigrare in America ed infine i Patti Lateranensi per la conquista dell’elettorato popolare. I riflessi della crisi del ’29 portarono alla creazione dell’IRI e dell’ IMI per ammortizzare la crisi industriale ma i disoccupati via via aumentarono.

Mussolini penso’ alle terre e alla conquista dell’Etiopia  a cui la Francia e l’Inghilterra si opponevano.

Approfittando della paura che ormai incuteva la Germania riuscì a limitare le sanzioni decise dalla Società delle Nazioni e attraverso un capolavoro logisticò  riusci’ , attraverso Badoglio, a occupare l’Etiopia e proclamare l’Impero... Era l’apice del prestigio di Mussolini e dell’Italia  a livello di consenso ed internazionale.

Convinto da Ciano intervenne subito ad aiutare Franco nella guerra di Spagna. Ma nonostante la generosità italiana Franco tradi’ tutti i presupposti di una ipotetica alleanza dimostrandosi uno bieco opportunista.

Successivamente, ebbe a che fare con Hitler e la paura che potesse occupare il Sud-Tirolo. Ciò lo costrinse a non criticare l’Anschluss ,l’invasione dei Sudeti nonché l’occupazione di Danzica e della Polonia da parte dei Tedeschi.

Data la facilità con cui Hitler conquistava fette d’Europa , Mussolini mordeva il freno pensando di perdere un’occasione, così occupò l’Albania e non si fece mancare niente scimmiottando la Germania con le leggi “razziali”.Furono queste situazioni che ingannarono sia Lui che il popolo italiano ,assolutamente impreparato alla guerra.


CONFERENZA DEL DOTTOR LUIGI MAZZONE DEL BAMBINO GESU' PER LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PER I BAMBINI AUTISTICI IN COLLABORAZIONE CON L'OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU'


Enrico Toti. Iconografia di un Eroe nel centenario della morte
La sfida di un disabile che non voleva essere considerato disabile

Conferenza del dottor Angelo Pinci


CONFERENZA DEL DOTTOR JORGE MARRIS NUTRIZIONISTA - INVENTORE DEL SISTEMA LINEAMED


CONFERENZA DELLA DOTTORESSA ROSA OLIVA SUL TEMA "CINQUANT'ANNI NON SONO BASTATI"

Vorrei tanto che mia nipote e le sue coetanee crescessero in un paese dove le donne siano liberate dalla necessità di scegliere tra lavoro e famiglia, tra avere figli e fare carriera.

Le carriere delle donne a partire dalla sentenza n. 33/1960 della Corte Costituzionale.


CONFERENZA DEL PROFESSOR STEFANO VICARI - PRIMARIO DI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE DEL BAMBINO GESU'

PRESENTAZIONE DEL LIBRO "MIO FIGLIO E' AUTISTICO"

 


              CONFERENZA DEL DOTTOR MARCO VALERIO SOLIA

 

Nella conferenza sono stati trattati i trascorsi di ENRICO MATTEI dal momento della sua nomina per liquidare l'ENI al momento dell'attentato che provoco' la sua morte.

Ben donde da liquidare l'ENI egli ne intui' le grandi potenzialita' e, nonostante lo scetticismo politico, incomincio' con lo sfruttare i giacimenti di metano principalmente della pianura padana. In grado poi di rappresentare una potenza economica non rinuncio' ad impossessarsi anche del potere politico finendo per finanziare tutti i partiti che lo potevano aiutare . Comincio' così' a trasferire la sua iniziative in campo internazionale  cercando di togliere l'ingerenza delle "sette sorelle". Sono storiche le sue proposte del 75% ai paesi sfruttati  e la legge 80 nei confronti dell'IRAQ che lo resero famoso non solo nel mondo degli idrocarburi. Evidentemente questi colpi di mano da "corsaro" non resero simpatico a chi veniva colpito economicamente da queste intromissioni. Mori' sul proprio aereo esploso a causa  di un attentato alla vigilia di altri importanti traguardi internazionali. Ancor oggi viene ricordato nei paesi africani per gli aiuti che ha saputo portare. Il gasdotto che collega l'Algeria con l'Italia passando dalla Tunisia porta il suo nome.


              CONFERENZA DELLA DOTTORESSA DANIELA ZAMPA

                          CONVERSAZIONE PSICOLOGICA SUL SOGNO

 

La proiezione del nostro inconscio attraverso il sogno. l'interpretazione del sogno a partire dal fondatore della psicoanalisi Freud.

 


              CONFERENZA DEL DOTTOR CESARE DAVIDE CAVONI

                                 Scrittore, giornalista e poeta

 

Ad aprire la presentazione, è il prof. Gennaro Colangelo che spiega chi sono  gli invisibili: i migranti, gli indigenti, gli anziani, i disabili, tutti coloro che, per vari motivi, vivono ai margini della società; “in genere i molti dati statistici forniti da varie organizzazioni non ci mostrano le sembianze di queste persone; la poesia di Cavoni riesce invece a fornirci delle immagini  che dovrebbero avvicinare la politica alla realtà degli invisibili, dopo essere entrati nella realtà delle varie situazioni e storie personali.”

 “Una peculiarità  del libro è che il finale di ogni poesia ci lascia con delle domande invece di presentare delle soluzioni preconfezionate. Le poesie vanno lette diverse volte, lasciate sedimentare, affinchè  questa lettura possa aprirci interrogativi,  stimolarci nella ricerca di soluzioni.”

 È interessante notare come Cavoni, che è un giornalista ed in quanto tale deve attenersi ai fatti spesso drammatici, poi si dedichi alla poesia che gli permette di parlare dei sentimenti delle persone, anche aldilà della notizia del momento.”.


                                          CONFERENZA "ROMA IN RIMA"

 Si sono alternati nella lettura e nella recitazione cinque conferenzieri che ci hanno permesso di trascorrere una piacevolissima serata.

 

 

 

 

 


                        DOVE ERAVAMO RIMASTI? di Claudio Pulicati

                                1968 - 2018 

Sono trascorsi quasi 50 anni dall'anno che ha cambiato le nostre vite, le nostre abitudini, il nostro modo di pensare...per ricordare quegli anni ....l'autore ha presentato i suoi libri di ricordi molto brillanti e piacevoli in una serata molto familiare. 

 

 


TOTALE CONFERENZE                                           39

TOTALE PARTECIPANTI                                         1400